Il C.S.I. nasce nel 1944 per iniziativa della Gioventù Italiana di Azione Cattolica, riprendendo le tradizioni della FASCI sorta nel 1906 e sciolta nel 1927 dal Fascismo.

E’ riconosciuto dalla Conferenza Episcopale Italiana e fa parte della Consulta Nazionale delle Aggregazioni Laicali come Associazione di ispirazione cristiana.

E’ inoltre riconosciuto dal C.O.N.I. quale Ente di Promozione Sportiva e dallo Stato italiano come Ente con finalità assistenziali. Rappresenta l’Italia in seno alla Fédération Internationale Catholique d’Education Physique et Sportive (F.I.C.E.P.).

E’ diffuso capillarmente in tutto il Paese con 12.000 Società Sportive e oltre 700.000 tesserati. L’educazione è l’elemento che qualifica in modo originale la presenza del C.S.I. nel mondo dello sport.

L’intenzione educativa nasce dalla concretezza dell’esperienza sportiva vissuta sui campi di gioco e si realizza nella fatica dell’incontro con la “persona”, nei modi di rapportarsi ai compagni e agli avversari, nel continuo dialogo tra ragazzi, giovani e adulti all’interno della stessa Società Sportiva, nella presa di coscienza di essere parte integrante dell’ambiente sociale e naturale.

La proposta sportivo-educativa del C.S.I. nasce dai bisogni reali dell’individuo e della comunità, ed è illuminata dall'ispirazione cristiana.

CSI: 70 anni al servizio dell'educazione